menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caffaro: incognita cromo nella falda sottostante lo stabilimento

A seguito del report dell'Arpa sono in programma nella giornata di lunedì nuovi campionamenti alla Caffaro

Massima allerta sulla vicenda Caffaro da parte del ministero dell'Ambiente dopo che, lo scorso 26 gennaio, l'Arpa ha segnalato la presenza di cromo esavalente, in quantità superiori a quelle rilevate nel passato, nella falda sottostante lo stabilimento bresciano di via Milano.

Addirittura sembra che si tratti di livelli dieci/quindici volte superiori ai precedenti. Da qui la necessità di effettuare nuovi controlli. I campionamenti sono in programma nella giornata di lunedì e si svolgeranno "in contraddittorio con i soggetti interessati al sito" come comunicato dal ministero dell'Ambiente che ha fissato le verifiche "causa dilavamento dei terreni contaminati, per effetto delle forti piogge, e conseguente innalzamento dei valori del cromo". 

La comunicazione dell'ordinanza è stata inviata da parte del ministero anche al commissario ministeriale per l'emergenza Caffaro, Roberto Moreni, che potrà valutare le azioni da intraprendere a riguardo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus: il Comune bresciano che ha contagi da zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento