Cronaca

"Ti do fuoco con la benzina", poi la violenta con un vibratore

Martedì un cittadino romeno è stato condannato a tre anni e nove mesi per aver violentato la sua ex convivente la notte del Capodanno 2011. Respinta la richiesta del pm, che aveva chiesto una pena ben più severa

Un cittadino romeno di 34 anni, residente nel Cremonese, martedì 28 gennaio è stato condannato a tre anni e nove mesi di carcere per violenza sessuale, lesioni, percosse e minacce.

La notte del Capodanno 2011, accecato da rabbia e gelosia, aggredì e picchiò la sua ragazza, fino a stuprarla con un vibratore. Non pago dello scempio, la minacciò di morte: "Ti sfiguro con l'acido e ti do fuoco con la benzina".

La donna, dopo essere rimasta in balia della sua ferocia, riuscì miracolosamente a liberarsi. Scalza e con indosso solamente il pigiama, fuggì a chiedere aiuto in un bar portandosi in braccio la figlioletta di due anni.


Visti i precedenti episodi di violenza, il pubblico ministero aveva chiesto una condanna a 7 anni e 9 mesi. L'avvocato della donna, Elena Guerreschi, anche un risarcimento di 177.820 euro per danni patrimoniali, morali e psicologici; i giudici hanno fissato una provvisionale di 12.000 euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ti do fuoco con la benzina", poi la violenta con un vibratore

BresciaToday è in caricamento