Maxi rissa al campo nomadi, arrestato un 28enne di Manerbio

La violenta lite nel campo nomadi di via Zocco a Cremona. Aggrediti a calci e pugni anche due poliziotti. Fermato assieme ad altre 4 persone, il 28enne è stato processato per Direttissima e rilasciato

C'è anche un 28enne di Manerbio tra i cinque arrestati a seguito di una maxi rissa, scoppiata giovedì sera nel campo nomadi di via Zocco a Cremona.

Una violenza tale che ha spinto alcuni passanti a chiedere l'intervento della polizia, giunta sul posto con due agenti a loro volta aggrediti con calci e pugni mentre cercavano di riportare la calma, poi costretti a farsi medicare in ospedale assieme a tre residenti del campo, uno dei quali ferito in modo grave con un trauma cranico facciale.

Sembra che all'origine della lite ci siano futili motivi amplificati dall'abuso di alcol. I cinque fermati sono stati processati per Direttissima e subito rilasciati dopo due giorni di camera di sicurezza in caserma. Hanno patteggiato pene dai quattro agli undici mesi e sono tornati in libertà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutta la Lombardia zona rossa fino al 27 novembre: poi cosa succede

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Covid: 10 morti e 256 positivi, i nuovi contagi Comune per Comune

Torna su
BresciaToday è in caricamento