Cronaca

Annicco: architetto trovato morto in casa assieme al suo cane

Dato l'avanzato stato di decomposizione del cadavere, non si conoscono ancora le cause del decesso

Il centro di Annicco

I vicini non lo vedevano da sei giorni e ieri mattina il sopralluogo dei carabinieri ha confermato i sospetti: il corpo di Francesco Bozzetti, architetto di 66 anni, è stato rinvenuto privo di vita all' interno della sua abitazione ad Annicco (Cremona).

L'avanzato stato di decomposizione del cadavere non ha permesso di stabilire con certezza la causa del decesso che sarà stabilita dall'autopsia, già disposta dalla procura della Repubblica di Cremona. Accanto all'uomo c'era il suo cane, morto e disteso al fianco del padrone.

Il dramma si è consumato nell'elegante villa-studio del professionista, celibe e originario di Soresina (Cremona). Porte e finestre erano chiuse dall'interno. Non sono stati rilevati segni di effrazione.

L'ultimo a vedere l'uomo vivo è stato il suo collaboratore, un tunisino, che l'ha salutato venerdì prima di partire per le vacanze insieme con la famiglia.


Viste le condizioni del corpo, si ipotizza che la morte dell'architetto possa risalire proprio a quel giorno, anche perché poi nessuno ha più notato segni di vita all'interno dell'abitazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Annicco: architetto trovato morto in casa assieme al suo cane

BresciaToday è in caricamento