Cronaca

Dramma nell'ex fabbrica: la giovane donna è morta dissanguata dopo 6 coltellate

Ha sofferto a lungo prima di morire la 55enne originaria di Orzinuovi che venne trovata senza vita ai primi di agosto, all'ex ferriera di Crema

Sarebbe morta dissanguata, dopo una lunga agonia, la donna di 55 anni originaria di Orzinuovi che ai primi di agosto venne trovata senza vita all'ex ferriera (abbandonata) di Crema: è questo quanto emerge dagli esiti dell'autopsia disposta sul cadavere, trovato da un senzatetto che poi aveva dato l'allarme al 112.

Le indagini, affidate agli uomini della Polizia di Stato e coordinate dalla Procura, hanno permesso di escludere – dopo una serie di lunghi accertamenti – l'ipotesi di un'aggressione o di un omicidio: la donna, infatti, si sarebbe tolta la vita.

Morta dissanguata in un vortice di agonia

Si sarebbe inferta da sola le sei coltellate che poi la faranno morire dissanguata, con una lama “artigianale” a suo tempo fatta analizzare anche dagli uomini della Polizia scientifica. L'autopsia, disposta a pochi giorni dal suo ritrovamento, sembra confermare l'ipotesi del suicidio.

Ma con un macabro dettaglio in più: come detto, le sei coltellate sul torace non sarebbero state fatali. La 55enne sarebbe dunque morta dissanguata, in diverse ore, in un vortice di agonia e sofferenza senza fine. Quando venne avvistata da un altro senzatetto, ormai era troppo tardi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dramma nell'ex fabbrica: la giovane donna è morta dissanguata dopo 6 coltellate

BresciaToday è in caricamento