Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca

"Ti pago se fai sesso con me": ragazzino adescato da un pedofilo

Soldi in cambio di sesso

E' già sul tavolo della Procura dei minori di Brescia, competente per materia, l'indagine per adescamento di minorenne che riguarda un italiano ultrasessantenne cremasco, denunciato dal Commissariato di Polizia di Crema secondo quanto previsto dall'articolo 609 Undicies del Codice penale. L'uomo, poche settimane fa, avrebbe avvicinato un 15enne in stazione, cercando con lusinghe di adescarlo, addirittura facendogli proposte di carattere sessuale in cambio di denaro.

Il minore, impaurito dall'atteggiamento dell'uomo, si è subito allontanato riferendo quanto accaduto ai famigliari, che a loro volta si sono presentati in Commissariato per denunciare l'accaduto. Le indagini della Polizia di Stato, anche grazie alla visione dei filmati della videosorveglianza cittadina e alle descrizioni fisico-somatiche fornite dal ragazzo, hanno permesso in tempi rapidi di ricostruire i fatti e individuare l'autore, tra l'altro già noto alle forze dell'ordine per un precedente relativo al reato di atti osceni.

L'allarme: non sempre si denuncia

Sono ora in corso ulteriori approfondimenti per verificare se vi siano stati episodi analoghi, mai denunciati, ad opera dell'indagato nei confronti di altri minori: non sempre le vittime, fa sapere il Commissariato, informano i familiari o le autorità (forse per vergogna o per non volersi esporre). "Si pensa sempre che questi fatti accadano solo agli altri - spiega il vicequestore Bruno Pagani - ma la realtà purtroppo può essere diversa. Si sensibilizzano pertanto i genitori a parlare e ascoltare i figli, facendo presente loro le varie insidie a cui possono incorrere, invitandoli a confidarsi su accadimenti sospetti, contattando immediatamente il Commissariato se emergono possibili abusi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ti pago se fai sesso con me": ragazzino adescato da un pedofilo
BresciaToday è in caricamento