rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Cronaca

Fermato in stazione con un coltello di 23 centimetri: è soltanto un ragazzino

La vicenda passa ora al Tribunale dei minori

E' il Tribunale dei minori di Brescia ad occuparsi della denuncia di un ragazzino italiano, residente a Crema, fermato dalla Polizia di Stato nella stazione degli autobus della città in provincia di Cremona: è stato trovato in possesso di un cutter (taglierino) e di un coltello a farfalla della lunghezza complessiva di 23 centimetri, detenuto nella tasca dei pantaloni.

Il coltello a farfalla, noto anche come butterfly ma soprattutto balisong, è un modello di coltello a serramanico, con un doppio tagliente e la possibilità di bloccare la lama. E' considerata un'arma bianca. Per questo motivo il ragazzino è stato indagato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei minori di Brescia, per il reato di porto di oggetti atti a offendere.

I controlli della Polizia

L'intervento fa parte del più ampio progetto "Operazione estate sicura", coordinato dal Commissariato di Polizia di Crema, diretto dal vicequestore Bruno Pagani: l'iniziativa si pone l'obiettivo di contrastare i fenomeni criminosi più diffusi quali scippi, furti in appartamento, borseggi e spaccio di droga. L'attività ha visto negli ultimi giorni l'impiego di numerose unità operative del Commissariato: sono state controllate 192 persone e 63 veicoli, in 16 posti di blocco. Al setaccio anche 7 esercizi pubblici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermato in stazione con un coltello di 23 centimetri: è soltanto un ragazzino

BresciaToday è in caricamento