Notte di paura: sorprende i ladri in casa, viene massacrato di botte

La disavventura di un ingegnere 60enne che si è trovato i ladri in casa: al suo arrivo hanno cercato di scappare, lui ha provato a fermarli. Ma è stato riempito di botte. I due malviventi sono fuggiti a mani vuote

Il luogo dell'agggressione

Si è trovato faccia a faccia con i ladri, quando era da poco tramontato il sole. Ha cercato di fermarli, di affrontarli: ma due contro uno ha rimediato soltanto una brutta ferita al volto. Sembra però che il suo provvidenziale intervento abbia impedito ai malviventi di fuggire con un qualsivoglia bottino.

E' successo a Costa Volpino, sul Sebino, nella zona del Ponte Barcotto: dove abita l'ingegner Dario Contessi, il 60enne che si è trovato i banditi in casa. Stava rientrando, erano passate le 18, al secondo piano della palazzina in cui abitano anche la sorella ed il cognato.

ambulanza-43-14I ladri li ha sorpresi dentro casa: i due hanno subito cercato di darsela a gambe, lui ne ha fermato uno strattonandolo per la sciarpa. La reazione dei malviventi è stata violenta: lo hanno preso a calci e pugni, anche al volto, lasciandolo poi a terra in un bagno di sangue.

Non gravi fortunatamente le ferite: a chiamare i soccorsi proprio la sorella che abitava di sotto, si sarebbe accorta del trambusto tra grida e rumori sospetti. L'ingegnere è stato poi medicato in ospedale a Lovere. Indagano i Carabinieri: dei ladri ancora nessuna traccia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento