Operaio muore schiacciato dai contrafforti di un ascensore

La vittima si chiama Pietro Savardi, 54 anni, operaio di Corteno Golgi. La tragedia si è verificata in un hotel vicino alle piste da sci del Baradello. Stava effettuando un intervento di manutenzione

Nel tardo pomeriggio di ieri, un operaio bresciano è morto schiacciato da una lastra di cemento. Il drammatico incidente è avvenuto all'interno dell'hotel Club Cristallo, nelle vicinanze delle piste da sci del Baradello, in territorio di Corteno Golgi (Brescia), dove sono in corso lavori di ristrutturazione. Ieri sera sono state rese note le generalità del deceduto.

La vittima è Pietro Savardi di 54 anni, artigiano residente a Corteno, che stava effettuando un intervento di manutenzione all'ascensore dell'hotel, quando all'improvviso è stato investito dai contrafforti in cemento del montacarichi.

Quando i sanitari dell'eliambulanza del 118 di Sondrio sono giunti sul posto, allertati dagli albergatori, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del lavoratore. Per ricostruire l'esatta dinamica dell'infortunio mortale, sono ancora in corso indagini da parte dei carabinieri della compagnia di Breno e i tecnici dell'Asl di Valle Camonica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manifestazione Io Apro: il 15 gennaio ristoranti aperti contro la nuova stretta

  • Ragazzino in ospedale col femore rotto: «È stato il padre di un mio coetaneo»

  • Svolta per entrare in azienda e viene centrato da un'auto: addio a camionista 48enne

  • Cerca di stuprarla nei campi, lei lo morde alla lingua e riesce a scappare

  • Focolaio colpisce alcune famiglie in paese: decine di contagi

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento