Corteno Golgi: dopo la tempesta danni per 3,5 milioni di euro

Ci vorranno almeno 3,5 milioni di euro per rimettere in sesto il paese di Corteno Golgi dopo la tempesta del fine settimana: esondati i torrenti Ogliolo e Magada

La quiete dopo la tempesta: anche in Valle Camonica è tornato a splendere un po’ di sole dopo 48 ore consecutive di pioggia. Ma il paese più colpito, Corteno Golgi, ancora si lecca le (costose) ferite: da una prima stima fornita dal Comune, potrebbero servire più di 3 milioni e mezzo di euro per rimettere in sesto le zone più colpite e danneggiate dalla pioggia del fine settimana, che ha fatto esondare i torrenti Ogliolo e Magada.

La piena dell’Ogliolo - immortalata anche in un video - ha fatto così paura da costringere diverse famiglie a lasciare le proprie abitazioni nella frazione di Sant’Antonio: i residenti sono stati trasferiti in paese a bordo degli elicotteri dei Vigili del fuoco e della Protezione civile. La strada per la frazione rimarrà chiusa al traffico fino a nuovo ordine.

Danni a Sant'Antonio e San Pietro

Il fiume ha travolto anche il parcheggio di Via Camillo Golgi, anche questo chiuso con apposita ordinanza: in quelle ore di pioggia interminabile c’è stata anche una frana importante. Per motivi di sicurezza sono state chiuse anche la strada della Coste e (a tratti) quella che porta alla frazione di San Pietro, oltre che il ponte che collega Pisogneto a Roncò. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Se nel capoluogo e a Sant’Antonio c’è stata la piena dell’Ogliolo, a San Pietro invece è tracimato il torrente Magada. Anche qui l’acqua ha provocato non pochi danni, arrivando ad allagare anche il celebre “ristoro del pescatore”. Domenica mattina in municipio è stata fatta l’ultima ricognizione tecnica, prima di programmare i vari interventi di ripristino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm, barista bresciana si ribella: “Io non chiudo alle 18, arrestatemi”

  • Coronavirus, Crisanti: "Vi spiego perché il Natale può essere un'opportunità"

  • Incubo coronavirus: 237 casi a Brescia, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Covid: a Brescia oltre 300 nuovi casi e una vittima, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Terribile incidente: precipita elicottero, morto dirigente d'azienda

  • Svuota le casse dell’azienda, compra borse e auto di lusso: nei guai impiegata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento