Cronaca

Un attimo fatale per portarsi via Nino, ucciso dal trattore

Un incidente ancora tutto da spiegare, su cui ancora sta lavorando la Polizia Stradale: ma a Corteno Golgi la tragedia è di casa, a perdere la vita il 27enne Nino Pedrazzi, ucciso dal cassone del suo trattore

Sarebbe stata addirittura mamma Maria Candida a trovarlo ancora agonizzante, schiacciato dal cassone del trattore che pure conosceva così bene, e che invece in quegli attimi maledetti l'ha tradito. Non avrebbe mai ripreso conoscenza, a poco più di un'ora dal tragico incidente il medico arrivato da Sondrio, a bordo dell'eliambulanza, ne ha poi constatato il decesso.

Succede questo a Corteno Golgi, alta Valcamonica in un pomeriggi d'estate: a perdere la vita il 27enne Nino Pedrazzi – avrebbe compiuto 28 anni il prossimo ottobre – e residente con la famiglia nella zona residenziale della piccola frazione di Lombro. Aveva studiato al Medeghini di Edolo, da circa un anno lavorava per l'Enel.

Spesso dopo il lavoro tornava a casa per fare qualcosa nei campi intorno, anche a bordo del suo trattore. Quello che lunedì pomeriggio si è invece ribaltato, nel garage di casa, fino a travolgerlo con il cassone: a questo avrebbe assistito alla madre, dopo aver cacciato un grido, poi la corsa della nonna e della sorella di Nino, una vicina infermiera che ha provato a rianimarlo, altri che l'hanno aiutato a liberarsi.


Anche il padre Danilo, al lavoro in Svizzera, è stato immediatamente avvisato. Ma per il giovane Nino non c'è stato niente da fare: alle 18 l'incidente, alle 19 la constatazione del decesso. La salma è all'ospedale di Edolo, in attesa del nulla osta per i funerali. Sulla dinamica dell'incidente al lavoro la Polizia Stradale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un attimo fatale per portarsi via Nino, ucciso dal trattore

BresciaToday è in caricamento