rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cronaca Corte Franca

Invalido dopo il pestaggio fuori dalla disco: pena dimezzata per l’aggressore

Per la procura si era trattato di tentato omicidio, ma non per il giudice che lo ha condannato per lesioni gravissime

Accusato di tentato omicidio, è stato condannato - al termine del processo celebrato con rito abbreviato - per lesioni gravissime. Pena di fatto dimezzata per il 24enne bergamasco Giancarlo Gramendola che all'alba del 7 novembre di due anni fa avrebbe massacrato di botte il 34enne C.F, residente a Brembate, poco lontano dalla discoteca Number One di Corte Franca. La procura di Brescia aveva chiesto dieci anni, il giudice per le indagini preliminari Angela Corvi - tenuto conto anche dello sconto previsto dal rito abbreviato - lo ha condannato a 5 anni e 4 mesi e al pagamento di una provvisionale di 250mila euro.

L’aggredito riportò ferite gravissime: venne ricoverato in codice rosso al Civile, dove rimase per diversi giorni in coma. Si è ripreso, ma purtroppo non tornerà più come prima: ha riportato invalidità e lesioni permanenti a una mano e a un piede; il suo volto è ancora sfigurato. Per il perito del giudice si è saLvato grazie alla velocità dei soccorsi e alle operazioni chirurgiche effettuate dai medici del nosocomio cittadino. 

A scatenare il violento pestaggio sarebbe stata una lite scaturita in seguito a incidente stradale avvenuto all'uscita del locale, nel quale rimasero coinvolte due vetture e 7 persone, ma senza feriti gravi. Gramendola si sarebbe scagliato con violenza contro la vittima, colpendola ripetutamente con calci e pugni anche quando era già a terra. Poi si era allontanato, ma era stato intercettato solo poche ore più tardi grazie alle testimonianze dei presenti, alle immagini delle telecamere e ad alcuni filmati registrati in diretta da chi stava assistendo alla scena. E per lui erano scattate le manette per tentato omicidio e gli arresti domiciliari. Nelle scorse ore la condanna, per lesioni gravissime: il legale del 24enne avrebbe già annunciato l’intenzione di ricorrere in appello. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Invalido dopo il pestaggio fuori dalla disco: pena dimezzata per l’aggressore

BresciaToday è in caricamento