Corruzione: protocollo tra Procura di Bergamo e Conte dei Conti

L'intesa per assicurare una maggior efficienza e rapidità nelle indagini

Procura di Bergamo

Il procuratore di Bergamo Francesco Dettori e il procuratore regionale della Corte dei Conti per la Lombardia Antonio Caruso hanno siglato un Protocollo d'intesa per favorire lo scambio di dati e informazioni nell'ambito delle azioni al contrasto dell'illegalità e in particolare del fenomeno della corruzione e degli altri illeciti all'interno della Pubblica amministrazione che sono fonti di rilevanti danni patrimoniali per la collettività.

Il documento vuole assicurare - nel pieno rispetto dell'autonomia dei due Uffici inquirenti - sempre maggiore rapidità e effettività dell'azione degli uffici nei casi in cui vengano in rilievo vicende illecite sotto il profilo penale e contabile per il prodursi di un danno erariale, consentendo, anche con atti di indagine congiunti, con l'utilizzo degli stessi organi investigativi, un tempestivo intervento a tutela degli interessi pubblici, compresi quelli di natura economica-finanziaria. L'attuazione del protocollo sarà affidata in ciascuna Procura a un magistrato coordinatore, designato dal titolare dell'ufficio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

Torna su
BresciaToday è in caricamento