menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il coronavirus in tribunale: grave in ospedale un consulente della Procura

E' ricoverato in Rianimazione un esperto informatico di 41 anni, consulente della Procura di Brescia: anche due giudici e un avvocato sono già in isolamento

C'è anche un consulente tecnico della Procura cittadina tra gli 86 bresciani attualmente positivi al coronavirus (almeno secondo i dati della Regione aggiornati al 3 marzo: altre fonti confermerebbero almeno un centinaio di contagi): le sue condizioni sono gravi, è ricoverato nel reparto di Rianimazione del Civile.

Si tratta di un esperto informatico di 41 anni, che sarebbe venuto inevitabilmente a contatto con altre persone presenti in tribunale: sarebbero almeno una quindicina, di queste almeno tre (due giudici e un avvocato) avrebbero già avviato una procedura di quarantena volontaria.

La situazione in Tribunale

La situazione è tenuta costantemente monitorata da Ats, che potrebbe suggerire ulteriori provvedimenti di contenimento già nelle prossime ore. Al vaglio delle autorità sanitarie, in particolare, ci sarebbero i contatti che il 41enne avrebbe avuto in tre specifiche giornate: il 19, il 20 e il 28 febbraio scorso.

Nel frattempo anche la Procura si sta cautelando, come da prassi: diverse udienze già programmate sono state rinviate, e si è proceduto a un vasto intervento di sanificazione di tutti gli ambienti del palazzo di giustizia di Via Lattanzio Gambara. Le attività del tribunale, comunque, proseguono lo stesso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento