menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ospedali in difficoltà: dalla sanità privata posti-letto per l'emergenza

Massima disponibilità da parte delle strutture private, che annunciano riorganizzazioni interne per accogliere i contagiati

Massima disponibilità, massima flessibilità. Gli ospedali e le cliniche private di Brescia e provincia hanno annunciato nelle ultime ore l'aumento dei posti-letto a disposizione dei contagiati da Covid-19, sia quelli da tenere semplicemente in osservazione, sia quelli che necessitano di cure intensive in rianimazione. 

Nelle ultime ore si moltiplicano le testimonianze rese pubbliche da medici e infermieri, che diffondono racconti toccanti di ciò che sta succedendo tra le corsie. Praticamente ogni presidio ospedaliero si sta attrezzando per aumentare i posti-letto, con spostamenti di pazienti tra i reparti, con l'attrezzatura-lampo di nuovi reparti e ovviamente con le dimissioni dei pazienti meno gravi e con il rinvio delle operazioni meno urgenti. 

Oltre a tutto ciò, nella giornata di ieri il Gruppo San Donato ha annunciato che oltre ai 9 degenti in terapia intensiva, e ai 18 meno gravi, ricoverati nella clinica di Ome, verranno aggiunti 24 posti-letto presso la clinica Città di Brescia. Oltre a ciò, le due cliniche stanno già accogliendo pazienti con problemi cardiovascolari, o di altra natura, che vengono dimessi per problemi di spazio da altri ospedali. Operazione analoga anche da parte della Poliambulanza: i posti-letto in terapia intensiva sono stati portati a 23, quelli per ospitare i malati meno gravi sono molti di più. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento