Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Orzinuovi

Coronavirus, c'è un piccolo 'focolaio' bresciano: 11 contagi a Orzinuovi

E' Orzinuovi il paese più colpito della provincia: sarebbero già undici i casi accertati di positività al coronavirus, più del triplo che a Brescia

Anche la provincia di Brescia ha il suo primo (piccolo) focolaio: come scrive il Corriere della Sera, sarebbero addirittura undici i contagiati da coronavirus nel solo paese di Orzinuovi, quasi tre volte in più rispetto al secondo municipio che ad oggi conta più positivi (a Leno, dove sarebbero quattro) e più del triplo di Brescia città e Manerbio (tre contagiati).

In un comunicato stampa, il sindaco Gianpietro Maffoni rigetta però il termine 'focolaio' applicato al paese da lui amministrato. Così spiega l'elevata diffusione del coronavirus: "Il numero dei contagiati è in termini assoluti più alto rispetto ad altri Comuni limitrofi, ma questo è dovuto al fatto che siamo anche il Comune più popoloso prossimo alla provincia di Cremona", aggiungendo infine: "Rassicuro pertanto tutta la popolazione orceana in merito al fatto che nulla viene trascurato e che l'intera Amministrazione si sta operando al meglio per la propria comunità".

La situazione in provincia di Cremona

Una tale concentrazione di positività è circostanza molto probabilmente legata alla distanza ravvicinata con la provincia di Cremona, al momento la terza più contagiata in Lombardia e in tutta Italia (con 223 casi accertati, stando agli ultimi dati ufficiali resi noti dalla Regione: i positivi sono 243 a Bergamo e 384 a Lodi).

Appena oltre confine la situazione è davvero critica: su 223 positivi sono ben 149 i pazienti ricoverati in ospedale, più di due terzi (circa il 67%), tra questi 23 sarebbero in condizioni serie. A livello regionale sono 1.254 i positivi, tra cui una sessantina di bresciani, a cui potrebbero aggiungersene altri 178 attualmente in fase di verifica.

Gli ultimi dati aggiornati

Sul dato complessivo solo 478 persone sono attualmente in ospedale, il 38,1%, e 127 quelle invece ricoverate in terapia intensiva (il 26,5%). Di queste il 70% ha più di 65 anni, ma in generale circa la metà dei positivi lombardi è un over 65. Dall'inizio dell'emergenza si contano 38 decessi, con un tasso di mortalità pari al 3% (in linea con il dato internazionale: ad oggi, martedì 3 marzo, si sono registrati 3.118 decessi su un totale di 91.320 contagiati, con un tasso di mortalità pari al 3,4%).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, c'è un piccolo 'focolaio' bresciano: 11 contagi a Orzinuovi

BresciaToday è in caricamento