menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Emergenza Coronavirus all'ospedale Civile © Bresciatoday.it

Emergenza Coronavirus all'ospedale Civile © Bresciatoday.it

Crisi senza fine: in Lombardia 7.280 casi, più di 6 morti all’ora per Coronavirus

Crisi profonda, e la fine è ancora lontana: in solo giorno 149 morti in Lombardia, 37 in provincia di Brescia. I casi di positività continuano ad aumentare

Una crisi senza fine, almeno per ora: e prima che il trend cominci davvero a rallentare, ci vorranno almeno un paio di settimane. E’ tutt’altro che raggiunto il picco dei contagi da Coronavirus, che a Brescia raggiunge quota 1.351 casi, almeno più di 300 in un solo giorno, 561 in 48 ore, il che fa – come riferito dall’assessore regionale al Welfare – della provincia bresciana uno dei territori in cui l’epidemia si estende più rapidamente. Parlano i numeri: più di 1.200 nuovi casi in sette giorni. E non si ferma nemmeno la triste conta dei morti, ad oggi senza precedenti dal punto di vista sanitario: 37 in un solo giorno, anche mercoledì 11 marzo, più di tre morti ogni due ore. Fino a un totale di 125 decessi, con un tasso di mortalità tra i più alti al mondo, pari al 9,25%.

In Lombardia più di 6 morti all'ora

Ma la situazione si fa sempre più critica, in tutta la Lombardia: gli ospedali sono allo stremo, non solo i grandi ospedali come il Civile – per cui si lavora alla rapida realizzazione di un ospedale da campo al Brixia Forum – ma anche le strutture di provincia. “In alcuni presidi ci sono situazioni di grande difficoltà”, fa sapere la Regione: ogni giorno ci sono circa 500 nuovi ricoveri. Questi gli ultimi aggiornamenti sull’emergenza: 7.280 i casi positivi, 1.811 in più in due giorni, più di 900 al giorno.

Tra martedì e mercoledì sono morte altre 149 persone, più di 6 ogni ora, per un totale di 617 decessi dall’inizio dell’emergenza: la sola Lombardia “pesa” oltre il 58% sul totale dei casi positivi in Italia (7.280 su 12.462), e oltre il 74,5% dei decessi (617 su 827). Il tasso di mortalità ad oggi in Lombardia si attesta intorno all’8,47%, in tutta Italia è solo (si fa per dire) il 6,63%.

La situazione negli ospedali lombardi

La situazione negli ospedali, come detto, è complicatissima: il sistema tiene botta anche grazie al grande spirito di sacrificio di medici e infermieri (in pochi giorni sono attese più di 250 nuove assunzioni). Attualmente in Lombardia ci sono 4.412 persone ricoverate in ospedale per Covid-19, oltre il 60% del totale dei positivi: di questi 3.852 sono in buone condizioni, 560 (il 14,5% del totale dei ricoverati, il 7,7% del totale dei positivi) sono in terapia intensiva, quasi cento in più in un solo giorno. “Oltre ai 223 posti di terapia intensiva che siamo riusciti ad aprire nelle prime due settimane – dice ancora Gallera – in questi due giorni ne abbiamo aperti altri 43, arrivando a 920. Ma ne apriremo altri ancora”.

I dati in Italia e nel mondo

Infine i dati per provincia: è Bergamo ad oggi il territorio più colpito, con 1.815 casi di positività al Coronavirus. Seguono le province di Brescia (1.351 casi), Cremona (1.061), Lodi (1.035), Milano (925 di cui 359 in città) e Pavia (403 casi). In tutta Italia sono 12.462 i positivi, di cui 1.045 già guariti e 827 morti. Nel mondo la pandemia ha raggiunto quota 126.258 casi, con 4.638 decessi (tasso di mortalità del 3,67%) e 68.284 guariti (il 54%). In Cina i contagi sono fermi da giorni, 80.932 casi: l’Italia è il secondo Paese più colpito al mondo, davanti a Iran (più di 9mila casi), Corea del Sud (7.869), Francia (2.284), Spagna (2.277), Germania (1.966) e Stati Uniti (1.312). 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento