rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Il Coronavirus non ferma il rave party: centinaia di ragazzi accalcati in una ex fabbrica

Il raduno nella notte tra sabato e domenica a Robecco D'Oglio, comune del Cremonese al confine con il Bresciano.

Un raduno con i ragazzi completamente indifferenti ai consigli delle autorità che, in questi giorni complessi, consigliano di evitare qualsiasi assembramento di persone per il rischio di contagi da Covid-19 coronavirus.

Alcuni giovani, infatti, hanno organizzato un rave party in uno stabilimento industriale in disuso a Robecco d'Oglio, comune della provincia di Cremona al confine con il Bresciano. Un paes in piena zona gialla e a pochi chilometri dal Lodigiano, epicentro del focolaio.

Secondo i primi accertamenti, sono stati circa 300 i giovani, provenienti da vari centri del nord Italia, che si sono dati appuntamento in rete e che dalla scorsa notte si sono ritrovati nell'area industriale lungo la via Brescia. Sono arrivati con una sessantina di veicoli che non hanno provocato ingorghi o problemi viari.

Al momento non c'è stato alcun problema di ordine pubblico, ma l'incontro, monitorato dai carabinieri, sta creando allarme sul fronte della salute. Sul posto anche la polizia per il deflusso dei ragazzi. Si valuteranno eventuali azioni penali contro gli organizzatori. 

Fonte: Milanotoday.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Coronavirus non ferma il rave party: centinaia di ragazzi accalcati in una ex fabbrica

BresciaToday è in caricamento