Coronavirus Lombardia: sono 240 i casi accertati, morti altri 3 anziani

Le ultime notizie dalla Regione e dalla protezione civile sull'emergenza Coronavirus

Civile di Brescia: persone con mascherine protettive © Bresciatoday.it

I casi accertati di Coronavirus in Lombardia sono saliti a 240, stando alle informazioni fornite, nel corso dell'ultima conferenza stampa, dall'assessore regionale al Welfare Giulio Gallera. Confermati anche i due contagi nel Bresciano: il 51enne di Pontevico e la ginecologa 36enne che lavora all'ospedale di Manerbio. Si tratta di 28 casi in più rispetto al dato comunicato a mezzogiorno dalla protezione civile nazionale.

Non sono invece stati confermarti i tre decessi che, stando a quanto riferito dalla protezione civile, sono avvenuti nelle ultime ore in Lombardia. Le tre vittime sono tutti ultraottantenni residenti nelle provincie di Bergamo e di Lodi: "Con le nuove disposizioni dell'Istituto Superiore di Sanità, prima di fornire i dati dobbiamo verificare se i decessi sono avvenuti per il coronavirus: cioè se il virus sia una concausa o meno. Siamo in attesa della validazione dell'Istituto", ha spiegato Gallera. Il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha invece confermato la morte dei tre ultraottantenni.

Da questo punto di vista, è necessario che tutte le istituzioni abbiano una linea comune. Meglio ancora, una sola voce: i dati devono essere resi noti da un solo organo, non ha alcun senso fare dichiarazioni o conferenze stampa separate. Non siamo in una competizione: la barca è la stessa, bisogna unirsi e remare tutti nella stessa direzione.

3500 tamponi eseguiti

I tamponi eseguiti nella nostra regione sono 3500, di cui 1752 già analizzati. Altre sei strutture d'ora in avanti eseguiranno i test: oltre al Sacco di Milano e al San Matteo di Pavia,  i tamponi verrano fatti al Civile di Brescia, al Niguarda, al Policlinico, nei nosocomi di Monza, Bergamo e Melegnano. 

"La situazione si è stabilizzata: attendiamo che passino 4 -5 giorni per capire gli effetti dei provvedimenti da noi presi per contenere la diffusione del virus. Siamo sereni e fiduciosi nell'esito positivo". Questo il commento del presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ridimensionare l'allarme"

"Dobbiamo ridimensionare questo grande allarme, che è giusto, da non sottovalutare, ma la malattia va posta nei giusti termini: su 100 persone malate, 80 guariscono spontaneamente, 15 hanno problemi seri ma gestibili in ambiente sanitario, il 5% è gravissimo, di cui il 3% muore. Peraltro sapete che tutte le persone decedute avevano già delle condizioni gravi di salute". In questi termini si è espresso Walter Ricciardi dell'Oms durante la conferenza stampa avvenuta nella sede della Protezione civile a Roma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: primo bambino positivo in una scuola bresciana, classe in isolamento

  • Masturbava ragazzini al parco, in cambio gli comprava scarpe e spinelli

  • Incidente in A4 tra Desenzano e Brescia: chilometri di code

  • Precipita per oltre 8 metri: muore sotto gli occhi dei nipotini di 6 e 8 anni

  • Apre nuovo supermercato: maxi-store da 3.800 mq aperto tutti i giorni

  • Tragedia sui cieli della Lombardia: aereo precipita e prende fuoco, due morti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento