rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Coronavirus in Lombardia: "Contagiati anche la moglie e un amico"

Sarebbero almeno tre i contagiati da coronavirus in Lombardia: oltre al 38enne ricoverato in Terapia intensiva anche la moglie e un amico

Sarebbero almeno tre le persone contagiate dal coronavirus in Lombardia: non solo il 38enne che giovedì è arrivato al pronto soccorso dell'ospedale di Codogno, provincia di Lodi, dove è attualmente ricoverato, in gravi condizioni, in Terapia intensiva. Come riporta l'agenzia Ansa, tra i contagiati ci sarebbero anche la moglie dell'uomo e un amico del 38enne: la donna è già stata trasferita in isolamento all'ospedale Sacco di Milano. Ulteriori aggiornamenti sono attesi dopo le 12.30, quando in Regione è stata convocata una conferenza stampa.

Coronavirus: I casi accertati in Lombardia salgono a 14
 

“Un 38enne italiano è risultato positivo al coronavirus – scrive l'assessore regionale al Welfare Giulio Gallera – Sono in corso le controanalisi a cura dell'Istituto superiore di sanità. All'ospedale di Codogno sono stati interrotti gli accessi al pronto soccorso e le attività programmate. Le persone che sono state a contatto con il paziente sono in fase di individuazione e sottoposte a controlli specifici e alle misure necessarie”.

Coronavirus in Lombardia: "Il virus replica bene anche in chi non ha sintomi"

L'appello di Roberto Burioni

Stando a quanto ricostruito finora, il 38enne non è stato in Cina di recente, e dunque potrebbe aver contratto il virus durante una cena con alcune persone rientrate da un viaggio in Cina a fine gennaio. “Le ultime notizie – scrive su Facebook l'immunologo Roberto Burioni – mi portano a ripetere per l'ennesima volta l'unica cosa importante: chi torna dalla Cina deve stare in quarantena. Senza eccezioni. Sperso che i politici lo capiscano perché le conseguenze di un errore sarebbero irreparabili”.

La mappa dell'emergenza

Con i tre nuovi casi lombardi, anche se gli accertamenti proseguono, la conta dei contagi italiani salirebbe dunque a quota sei. Ad oggi, venerdì 21 febbraio, la mappa aggiornata in tempo reale del coronavirus segnala più di 76.700 casi confermati, di cui il 98,3% in Cina, e 2.247 morti (il 95,5% in Cina), dunque con un indice di mortalità di poco inferiore al 3%.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus in Lombardia: "Contagiati anche la moglie e un amico"

BresciaToday è in caricamento