Coronavirus: "Valutiamo se chiudere tutto, anche trasporti e luoghi di lavoro"

Le parole dell'assessore della Regione Lombardia al Welfare, Giulio Gallera: "Altri 15 o 20 giorni con una crescita così forsennata dei ricoveri non li reggiamo"

Fabbrica (foto d'archivio)

I contagi da Coronavirus continuano ad aumentare a livello esponenziale, il sistema ospedaliero lombardo è vicino al collasso: 3.242 i ricoverati, poco meno del 60% del totale dei positivi: di questi 440 sono in terapia intensiva. A Bergamo, dichiara un medico, già si decide chi poter salvare e chi no, come in un contesto bellico. A questo punto, l'unica soluzione sembra quella di chiudere tutto, anche i luoghi di lavoro.

Coronavirus nel Bresciano: i contagi e i decessi Comune per Comune

Pare che se ne stia convincendo anche la giunta lombarda. L'assessore della Regione Lombardia al Welfare, Giulio Gallera, in collegamento con Agorà sulla Rai ha dichiarato: "Abbiamo già chiesto al Governo la chiusura dei negozi. Valuteremo in queste ore queste ore se c'è la necessità di chiudere anche i trasporti e le attività produttive".

"E' arrivato il momento di inasprire - ha poi aggiunto l'assessore -. La misura può servire per ridurre o bloccare la diffusione del virus, perché altri 15 o 20 giorni con una crescita così forsennata dei ricoveri non li reggiamo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento