Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Coronavirus in Lombardia: persona contagiata è a Sesto Cremonese

Il comune è a 15 km dalla provincia di Brescia. L'uomo contagiato è ricoverato da alcuni giorni nell'ospedale di Cremona ed è risultato positivo ai test

Salgono a 39 le persone contagiate da Coronavirus in Lombardia. Il nuovo caso, dopo i 15 accertati nella giornata di venerdì 21 febbraio, è stato registrato a Sesto Cremonese, dove un paziente ricoverato da qualche giorno all'ospedale di Cremona è risultato positivo ai test. Il fatto è stato comunicato su Facebook dal sindaco. Attraverso la nota il primo cittadino ha spiegato di aver ricevuto la notte scorsa "notizia telefonica al direttore generale dell'Ats Valpadana di Cremona che è stato rilevato un caso di Coronavirus sul territorio del comune di Sesto ed Uniti. In attesa di ulteriori provvedimenti che saranno presi da Regione Lombardia - Assessore alla sanità ed in via provvisoria e precauzionale invita la cittadinanza intera a limitare di intrattenersi in luoghi di ritrovo ed assembramento pubblico (es. bar, impianti sportivi, luoghi religiosi,...). Chi ha sintomi influenzali o problemi respiratori non si rechi assolutamente al Pronto Soccorso, ma si rivolga al 112". Alla luce del nuovo allarme le scuole di Cremona resteranno chiuse nella giornata di sabato 22 febbraio.

Coronavirus: quali sono i sintomi, cosa fare in caso di presunto contagio

Lombardia: 39 casi di Coronavirus in meno di 48 ore

Il coronavirus, la pandemia che sta terrorizzando l'interno pianeta, ha bussato alle porte della Lombardia e nel giro di 24 ore i casi accertati sono passati rapidamente da 1 a 39. Oltre ad altri casi ancora sospetti e in attesa del risultato delle analisi. A questi si aggiungono i due contagi registrati in Veneto, dove un uomo, Adriano Trevisan, è morto.

La velocità con la quale il virus ha cominciato la sua diffusione ha portato le autorità Regionali e Statali a prendere in mano la situazione. Il primo provvedimento urgente, come hanno spiegato Attilio Fontana, presidente della Lombardia e il ministro della salute, Roberto Speranza, è stato quello di circoscrivere la zona dove si sono presentati i casi: Codogno, Castiglione d'Adda, Casalpusterlengo, Maleo, Fombio, Bertonico, Castelgerundo, Terranova dei Passerini, Somaglia e San Fiorano.

In questi dieci comuni la vita nelle prossime ore cambierà drasticamente: è prevista, infatti, la permanenza obbligatoria, la sospensione della attività lavorative, commerciali e di tutti gli eventi pubblici, la sospensione delle attività educative e dell'infanzia, la sospensione delle attività ludico sportive. Isolamento insomma. Ma se da un lato si cerca di fare terra bruciata attorno alle zone interessate per cercare di contenere l'epidemia, sull'esempio vittorioso di alcune province cinesi, dall'altro lato l'assistenza specifica sarà attiva h24.

Sono pronti, infatti, diversi servizi specifici per coloro che in qualche maniera manifesteranno sintomi riconducibili al Covid-19. Queste persone, stando a quanto spiegato dall'assessore Gallera in persone, dovranno restare a casa e non andare in ospedale con mezzi autonomi ma telefonare il 112. Non solo, ci sarà anche un Tavolo di coordinamento regionale sempre aperto. Oltre alle due strutture militari.

Fonte: Milanotoday.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus in Lombardia: persona contagiata è a Sesto Cremonese

BresciaToday è in caricamento