menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ospedale Civile, postazione per l'emergenza sanitaria © Bresciatoday.it

Ospedale Civile, postazione per l'emergenza sanitaria © Bresciatoday.it

Coronavirus, il triste bilancio: morti otto bresciani in un solo giorno

Ultimi aggiornamenti sull'epidemia di coronavirus: quasi 200 casi bresciani, più di 2.200 solo in Lombardia. In un solo giorno morti otto bresciani, 25 in tutta la regione

Un triste bilancio che non accenna a rallentare, almeno per ora: 25 morti per concause da coronavirus anche giovedì in Lombardia, di questi circa un terzo (otto decessi) sono bresciani. Dall'inizio dell'epidemia sono 17 i deceduti che abitavano in provincia di Brescia, e 98 quelli in tutta la regione. E' una battaglia, che si combatte soprattutto nelle corsie d'ospedale: “Voglio rinvolgere un grandissimo elogio e ringraziamento – ha detto l'assessore regionale al Welfare – al gruppo intensivisti, pneumologi, medici e personale sanitario che da due settimane sta lavorando senza sosta per fronteggiare l'emergenza”.

E' notizia delle ultime ore che sarà messo a disposizione anche l'ospedale militare di Baggio, in provincia di Milano (dove tra i primi trasferiti ci sarà un ricoverato bresciano). Mentre come riferito dalla Regione sono stati attivati altri 321 posti letto di terapia intensiva dedicati al Covid-19. Sono stati poi assunti più di 130 medici e più di 100 infermieri: non si esclude che da qui ai prossimi giorni non ne possano arrivare altri.

Gli ultimi aggiornamenti

Gli ultimi dati disponibili confermano 198 casi di positività nel territorio bresciano. Nella sola giornata di giovedì sono morte otto persone: cinque a Orzinuovi, che ad oggi è ancora il paese con più contagiati, due al Civile, uno a Montichiari. In tutto il territorio regionale sono 98 i deceduti, su un totale di 2.251 casi positivi: il tasso di mortalità è pari al 4,3%. Erano tutte persone con un quadro clinico compromesso, riferisce la Regione: l'87% ha più di 75 anni, l'11% tra 65 e 74, solo il 2% tra 50 e 64, nessuno sotto i 50.

In provincia di Brescia sono circa 1.500 le persone in isolamento domiciliare perché venute a contatto con un malato o con un positivo asintomatico: il numero supera quota 11mila in tutta la Lombardia. Nel territorio regionale sono 1.413 le persone ricoverate in ospedale, il 62% del totale dei positivi: 1.169 sono in buone condizioni, 244 sono in condizioni più gravi, in terapia intensiva (l 17% del totale dei ricoverati, il 10,8% sul totale dei positivi).

I dati in Lombardia e in Italia

Questi i dati provincia per provincia, aggiornati al primo pomeriggio di giovedì 5 marzo: è ancora Lodi la terra più colpita, con 658 casi. Ma segue sempre più ravvicinata la provincia di Bergamo: erano 537 i casi di giovedì, a cui se ne sarebbero aggiunti altri 114 nel corso della giornata (651 in totale). In provincia di Cremona sono 406 i positivi: circa 200 nelle province di Brescia e Milano (dove però sono solo 86 in città). Ad oggi sono stati effettuati più di 12mila tamponi.

Il dato nazionale è di 3.858 casi positivi in tutta la penisola: sono 148 i morti (tasso di mortalità del 3,8%) e 414 i guariti. A livello mondiale l'Italia è ancora la terza per numero di contagi, dietro ovviamente alla Cina (80.555) e alla Corea del Sud (6.284), ma tallonata dall'Iran (3.513). Cominciano ad esserci numeri significativi anche in Francia e Germania (circa un migliaio di contagi). Sono 98.387 i casi di positività al coronavirus confermati nel mondo, con 55.424 persone già guarite (oltre il 56%): i morti sono 3.383, tasso di mortalità pari al 3,4%.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ghedi: morto l'imprenditore agricolo Giovanni Chiappini, ucciso da un infarto

  • Incidenti stradali

    Auto 'vola' in un campo e si ribalta in un fossato: paura per una donna

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento