Desenzano: operazione 'Natale Sicuro', controlli a tappeto della Polizia

Controlli straordinari a Desenzano da parte della Polizia di Stato: nell'ambito dell'operazione 'Natale Sicuro' sono state identificate 240 persone e controllate 163 autovetture. Denunciati diversi presunti rapinatori

Non si ferma l’attività di controllo straordinario del territorio da parte del Commissariato di Polizia di Desenzano, in vista soprattutto delle imminenti vacanze natalizie. Si è conclusa proprio in queste ore la prima manche dell’operazione ‘Per un Natale sicuro’, diretta e coordinata dal vicequestore Bruno Pagani, e che ha visto in azione uomini e mezzi al fine di prevenire e contrastare i reati predatori, lo spaccio di sostanze stupefacenti e l’immigrazione clandestina.

In pochi giorni gli agenti della Polizia di Stato hanno identificato 240 persone, controllato 163 autovetture, disposto ben 18 posti di blocco lungo le arterie a più alta frequentazione, passato al setaccio sette esercizi pubblici del centro e della periferia. Tra i tanti segnalati anche un cittadino albanese di 22 anni che nascondeva sotto i vestiti un grosso cacciavite: è stato indagato in stato di libertà per il possesso ingiustificato di arnesi da scasso, messo poi a disposizione dell’Ufficio Immigrazione della Questura che ha provveduto ad accompagnarlo alla frontiera in esecuzione del relativo decreto di espulsione.

Un giovane serbo di 23 anni guidava invece senza patente, mai conseguita: all’interno della sua vettura anche arnesi da scasso, che gli sono costati un provvedimento di foglio di via obbligatorio che per tre anni gli impedirà di fare ritorno nel territorio di Desenzano. Controlli straordinari anche in stazione: sono stati fermati due rumeni con numerosi precedenti per reati contro il patrimonio. Non sono stati in grado di giustificare la loro presenza in terra desenzanese, e anche per loro è scattato il foglio di via obbligatorio. Con tutta probabilità stavano sondando il terreno con l’intenzione di compiere furti o rapine in casa. A due locali del centro storico sono state infine contestate diverse violazioni penali e amministrative. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento