Cronaca Parco Gallo

Brescia: contro il degrado cani antidroga e poliziotti a cavallo

La fase sperimentale, che aveva visto l'impiego dell'esercito in ronda, prosegue il suo cammino con l'eccezionale dispiegamento di forze della Polizia Locale: tra il Pescheto e il Parco Gallo 15 segnalazioni, trovata droga nei cespugli

A seguito dell’ultimo episodio di violenza, un ragazzo di 32 anni arrestato perché aveva accoltellato per rubare una bicicletta, il Comune di Brescia era già corso ai ripari, per risolvere l’annosa questione del degrado nei pressi del Parco Gallo, “furti e rapine, e spacciatori ad ogni ora”. Sul posto infatti anche l’esercito e gli Alpini in ronda continua, soprattutto nelle ore più a rischio.

Una fase sperimentale che in questi giorni è stata ‘corroborata’ da “un eccezionale dispiegamento di forze” da parte della Polizia Locale: come spiegato dal commissario aggiunto Bruno Romano, “un’operazione che verrà condotta ciclicamente in tutte le aree della città”.

Una sorta di stato d’allerta permanente, e agli uomini in divisa si aggiungeranno anche poliziotti a cavallo e unità cinofile, mentre dalla Loggia si ipotizza un prossimo investimento anche strutturale, magari bloccando alcune entrate, oppure intervenendo sulle zone buie in carenza di illuminazione.

Il primo blitz ‘complessivo’ ha già portato all’identificazione di 15 persone che “bivaccavano” nei giardini; poco più in là, al parco del Pescheto, i cani antidroga hanno rinvenuto, in mezzo ai cespugli, piccole quantità di hashish, abbandonate da spacciatori in fuga.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia: contro il degrado cani antidroga e poliziotti a cavallo

BresciaToday è in caricamento