Foresti: sussulto per un corpo trovato in mare, ma è di un operaio

Giovedì c'é stato un sussulto quando, verso mezzogiorno, è stato trovato un corpo in acqua. Nei primi attimi si è diffusa la notizia che potesse essere quello di uno dei passeggeri

A una settimana dalla scomparsa a Los Roques dell'aereo con quattro italiani a bordo - tra i quali i coniugi Foresti di Pralbolino - le ricerche non hanno ancora avuto alcun esito.

Ma ieri c'é stato un sussulto nel team di esperti impegnati nel caso quando, verso mezzogiorno, è stato trovato un corpo in acqua, in un porto vicino Caracas. Nei primi attimi si è diffusa la notizia che il cadavere potesse essere quello di uno dei passeggeri dell'Islander. Ma poi ci ha pensato la protezione civile venezuelana a precisare che il cadavere era quello di un operaio della zona. Nulla a che vedere quindi con la vicenda di Missoni.

Ricerche: il video dall'elicottero

video-5-2

Le ricerche portate avanti dai tecnici venezuelani e italiane vanno avanti senza sosta. Il velivolo è scomparso lo scorso venerdì alle 11.30: da quel momento non si è saputo più nulla e non ci sono notizie di tracce certe. Gli esperti sono impegnati in diverse aree, nelle acque a sud-ovest e a nord-ovest, compresa l'area delle isole di Curazao e Bonaire.

Uno dei 'quadranti' dove gli esperti si stanno maggiormente impegnando è un triangolo di mare compreso tra 10 e 13 miglia dalla piccola pista di decollo di Gran Roque, ma la zona setacciata è ormai diventata vastissima. "Abbiamo coperto più di 13 mila miglia quadrate di mare, e andiamo avanti".

- La famiglia chiusa nel silenzio. A Pralboino riapre l'azienda
- Los Roques: su quella rotta già 4 casi con italiani
- Los Roques: nella tragedia del 2008 l'ombra dei Narcos

In casi simili, in passato, i passeggeri e i piloti si sono salvati: noi cerchiamo persone ancora in vita", sottolinea il generale Francisco Paz Fleitas, che sta coordinando le ricerche.

Il corpo di ieri è stato ripescato a 500 metri dal Puerto de la Guaira, nello stato di Vargas, una ventina di chilometri da Caracas. Dopo le ipotesi - poi smentite - che potesse trattarsi di uno dei passeggeri dell'Islander svanito venerdì, in un primo momento si era detto che a essere stato ritrovato in mare era un pescatore. Poi invece la stampa venezuelana ha precisato che il cadavere era quello di un operaio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

  • Si sente male all'Università, poi la situazione precipita: ragazza muore di meningite

Torna su
BresciaToday è in caricamento