Cronaca Centro / Piazza della Loggia

Strage di piazza Loggia: ergastolo per Maggi e Tramonte

La seconda sezione della corte di Assise di Appello di Milano, mercoledì, ha condannato all'ergastolo l'ex ispettore veneto di Ordine Nuovo Carlo Maria Maggi e l'ex fonte dei servizi segreti Maurizio Tramonte, nel processo di appello bis sulla strage di Piazza della Loggia a Brescia

Una delle immagini storiche della strage

La seconda sezione della corte di Assise di Appello di Milano ha condannato all'ergastolo l'ex ispettore veneto di Ordine Nuovo Carlo Maria Maggi e l'ex fonte dei servizi segreti Maurizio Tramonte nel processo di appello bis sulla strage di Piazza della Loggia a Brescia. 

Si è chiuso così il processo d'appello bis sulla strage che, il 28 maggio 1974, provocò 8 morti e 102 feriti tra le centinaia di persone che si erano riunite nella piazza del centro della cittadina lombarda per partecipare a una manifestazione anti-fascista.

Maggi (che secondo l'accusa sarebbe stato il mandante dell'attentato di 41 anni fa) e Tramonte (che invece avrebbe partecipato alla pianificazione della strage) erano stati assolti nel primo processo d'Appello con una sentenza annullata dalla Cassazione, che aveva poi disposto un nuovo processo di secondo grado.

In particolare, i giudici in ermellino di Piazza Cavour aveva definito "ingiustificabili e superficiali" i motivi dell'assoluzione soffermandosi sulla "gravità indiziaria" delle dichiarazioni del "pentito nero" Carlo Digilio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage di piazza Loggia: ergastolo per Maggi e Tramonte

BresciaToday è in caricamento