menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Concorsopoli: il processo a Livio Dei Cas si sposta a Brescia

Lo ha stabilito il gup Antonio Di Bella, dichiarando l'incompetenza territoriale del tribunale di Bari. Secondo i giudici, Dei Cas fa parte della 'cupola' che avrebbe pilotato in Italia i concorsi universitari di cardiologia

A giudicare il professor Livio Dei Cas, ordinario di Cardiologia all'Università degli Studi Brescia, sarà il nostro tribunale cittadino. Lo ha deciso il Gup di Bari Antonio Di Bella in sede di udienza preliminare.

A dieci anni dall'avvio delle indagini, a otto dagli arresti e a due dalla richiesta di rinvio a giudizio, il processo sulla presunta 'cupola' che avrebbe pilotato in Italia i concorsi universitari di cardiologia, capeggiata secondo l'accusa dal professore barese Paolo Rizzon, è stato spacchettato in cinque diversi procedimenti.

In sede di udienza preliminare il gup ha dichiarato l'incompetenza territoriale per 13 dei 22 imputati che saranno quindi processati da un Tribunale diverso da quello di Bari. Per la precisione da quattro Tribunali diversi in base al luogo dove si sono svolti i presunti concorsi truccati: quattro a Pisa, cinque a Brescia, uno a Firenze e tre a Palermo. Restano a Bari, dunque, le posizioni di soli nove imputati, tra cui Rizzon. Per loro l'udienza preliminare proseguirà lunedì 23 gennaio per le richieste di riti alternativi. L'inchiesta a giugno del 2004 sfociò in cinque ordinanze di arresti domiciliari, successivamente revocate.


Le indagini presero le mosse dalla cattedra universitaria di cardiologia di Bari, retta da Rizzon, per estendersi poi a quasi tutte le università italiane. Agli indagati sono contestati, a vario titolo, i reati di associazione per delinquere, corruzione, concussione tentata e compiuta, falso, truffa, tentativo di estorsione e interruzione di pubblico servizio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia è zona arancione: tutte le regole in vigore da domani

Coronavirus

Dati sbagliati dalla metà di ottobre: così la Lombardia ha "sballato" i conti

Coronavirus

Covid: 43 casi in una settimana, in paese è allerta massima

Coronavirus

Focolaio Covid in paese: il sindaco chiude tutte le scuole

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento