menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bestemmie, bottiglie rotte e urina ovunque: il parco ostaggio di giovani balordi

L'appello al sindaco di Concesio da parte di alcuni residenti del parco di Via Rossini e Via Natali, ormai ostaggi di una banda di teppisti

Con un pizzico di ironia, qualcuno potrebbe quasi vederci una sorta di ritratto della società moderna: ragazzi che ruttano e bestemmiano, ascoltano musica pessima, inseguono i gatti solo per il gusto di fargli del male. Questo è quello che succede, ormai tutte le sere, al parco di Via Rossini e Via Natali a Concesio.

Lo scrive Bresciaoggi, che riporta l'appello – pubblicato su Facebook da alcuni residenti – e rivolto al sindaco Agostino Damiolini. “La sera è impossibile stare all'aperto – si legge – perché il parco è spesso frequentato da un gruppo di giovani che urlano, bestemmiano, ruttano, si insultano, rincorrono gatti, ascoltano a tutto volume musica, tra l'altro pessima, rompono bottiglie di vetro e urinano dove capita”.

Tutti insieme sono i sintomi del declino di una società che si avvia alla sua inesorabile fase putrescente? Oppure è solo colpa di qualche ragazzino che si è dimenticato (o non ha mai imparato) l'educazione? Presto per dirlo. Ma intanto di quanto succede sono stati informati i carabinieri. E chissà che la prossima volta gli scalmanati del parco non vengano beccati in “diretta”. E multati. E (forse) denunciati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus: il Comune bresciano che ha contagi da zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento