Concesio: torna ubriaco a casa, picchia la moglie e la figlia

In manette un ucraino di 58 anni: torna a casa domenica mattina, ancora completamente ubriaco, e comincia a malmenare e picchiare prima la moglie e poi la figlia di 21 anni. Arrestato dai Carabinieri

E’ finito in manette un immigrato ucraino di 58 anni che domenica mattina si è reso protagonista di un violento episodio di maltrattamento in famiglia: tornato a casa alle prime luci dell’alba, completamente ubriaco, ha cominciato a insultare e a malmenare le due ‘donne di casa’.

Ha picchiato prima la moglie, senza apparente motivo, colpendola con violenza dopo averla ripetutamente insultata; nella colluttazione si è messa in mezzo la figlia di 21 anni, anche lei percossa più volte dal padre manesco.

Nella foga una delle due donne riesce ad allontanarsi, giusto in tempo per avvisare i Carabinieri: in pochi minuti i militari giungono sul posto, mentre l’uomo cerca di darsela a gambe.

Gli uomini in divisa lo ritrovano un paio d’isolati più in là e viene immediatamente arrestato. Su di lui un’accusa pesante, aggravata da qualche precedente per simili comportamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Cadavere ritrovato nel lago d'Iseo: forse è la giornalista Rosanna Sapori

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

  • Stroncata dalla malattia in poco tempo, mamma Michela muore a 43 anni

  • Nel Bresciano il primo Porsche Experience Center d'Italia (da 26 milioni)

Torna su
BresciaToday è in caricamento