Concesio, problemi di mobilità. Tra autostrada e Metro Bus

Cittadini (quasi) esasperati dall'autostrada della Valtrompia, per un'attesa che si è fatta ormai plurigenerazionale e che dura da 40 anni. A questo si aggiunge il prolungamento del Metro Bus, 800 metri fondamentali

Sono quasi 40 anni che in Valtrompia si parla dell’autostrada mentre ormai è passato più di un decennio dal famoso accordo di programma per il MetroBus del dicembre 2000 tra Provincia, Comunità Montana e i Comuni interessati, tra cui Concesio e Brescia. Gli anni passano e le strade restano quelle che sono, le procedure non sembrano destinate a smuoversi, gli impegni non sempre vengono rispettati: i cittadini non sono certo esasperati, ma sono in molti, quando si parla di viabilità, a parlare di ‘problemi eterni’.

Oltre al danno la beffa? Nel maggio scorso il Consiglio di Stato ha accolto le istanze di alcuni proprietari che lamentavano un esproprio, bloccando ancora una volta i lavori relativi all’autostrada. “Purtroppo un Comune come il nostro subisce le scelte che arrivano dall’alto – ha dichiarato giorni fa al Giornale di Brescia il primo cittadino di Concesio Stefano Retali – tra la burocrazia, il palleggiamento delle responsabilità, i ricorsi e i controricorsi al Tar, al Consiglio di Stato, all’Unione Europea”.

Sono ormai passati sei mesi dalla sentenza dell’ennesimo rinvio: “Tace la Regione, tace la Provincia, tace l’Anas. I Comuni della Valtrompia sono tenuti all’oscuro. Ma si lavora o non si lavora per rilanciare il progetto? L’autostrada è ancora avvolta da un alone di mistero, sembra di essere entrati in un tunnel di cui non vedremo mai la luce”. E in effetti quelli che aspettano sono anche invecchiati, e l’attesa si è tramutata in un’attesa plurigenerazionale senza più scadenze, senza più certezze.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma se i tempi sono quelli che sono quando le risorse non mancano, per il MetroBus la questione si fa ancora più complicata: il finanziamento regionale non basta, e i soldi pure. “Il progetto esecutivo del prolungamento della stazione del Villaggio Prealpino fino all’ipermercato Auchan di Concesio – continua Retali – fa parte di quegli 800 metri di importanza fondamentale per tutta la mobilità della Valtrompia. Si potrebbe evitare il flusso in città di almeno 30mila veicoli al giorno”. E non è poco.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Brescia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla e Ines, la tragedia sulla strada per le vacanze

  • Si sente male nel suo locale, ristoratore bresciano muore mentre sta lavorando

  • Coronavirus, in Lombardia via libera a calcetto e discoteche

  • Travolta in allenamento, è morta Roberta Agosti: era la compagna di Marco Velo

  • Esce a buttare lo sporco e non torna: scomparsa giovane mamma bresciana

  • Si appoggia a un masso e precipita nel vuoto: addio a Saverio

Torna su
BresciaToday è in caricamento