menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Muore dopo una visita al Pronto soccorso: indagato il medico

Meno di 24 ore dopo la visita al Pronto soccorso un 65enne che lamentava dolori al petto è deceduto nella sua abitazione. Già effettuata l'autopsia.

Il medico responsabile del pronto soccorso l'ha visitato, dopodiché, non ravvisando problemi particolari, ha firmato il foglio di dimissioni: meno di 24 ore dopo, l'uomo che accusava dolori al petto è deceduto per un malore. Sarà la Procura di Brescia a stabilire se per la morte di Sergio Mazzini vi siano delle responsabilità da parte dei medici che l'hanno visitato. 

La vicenda risale al 9 aprile. Sergio, 65enne residente a Concesio, si era recato al Pronto soccorso dell'ospedale di Iseo a causa di un dolore al petto. Visitato ed in seguito dimesso, è tornato nella sua abitazione dove, il giorno dopo, l'ha trovato privo di vita il fratello Giovanni. La storia è raccontata sulle colonne del Giornale di Brescia. 

Il fratello della vittima vista la dinamica del decesso ha sporto una denuncia. Il procuratore Paolo Savio ha - come da prassi - iscritto nel registro degli indagati il medico responsabile del Pronto soccorso e disposto l'autopsia. È stato fatto tutto il possibile per risalire alla causa del dolore al petto della vittima? È stata valutata correttamente la situazione prima di dimettere il paziente? L'indagine dovrà dare delle risposte. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quando ci si potrà spostare tra regioni: c'è una data per maggio 2021

Attualità

C'è chi spacca tutto, chi tenta il suicidio impiccandosi: "Qua dentro è una polveriera"

Coronavirus

Covid, sono 51 i Comuni bresciani con dati da zona rossa: l'elenco completo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento