rotate-mobile
Cronaca Concesio

Esche killer: convulsioni e bava alla bocca, gattino rischia di morire

Aveva ingerito bocconi di carne contenti metaldeide

Adesso il peggio è passato: Simone, la moglie e i figlioletti si stanno godendo il loro gattino, tornato a zampettare per le stanze di casa. Ancora, però, devono passare la rabbia e la paura per quanto avvenuto una decina di giorni fa, quando il piccolo Stich ha rischiato di morire perché avvelenato da un'esca killer.

L'inquietante episodio a San Vigilio di Concesio: "Il nostro gattino Stich è tornato dalla sua breve passeggiata in preda a convulsioni, difficoltà respiratoria, occhi sbarrati e schiuma alla bocca", si legge nel lungo post pubblicato sulla pagina Facebook "Concesio Tutto notizie" da Simone Mariani.

Ed è immediatamente scattata la corsa dal veterinario, dove Stich è riuscito ad espellere le esche ingoiate: "Carne piena di granuli azzurri contenente metaldeide", si legge ancora sui social. La metaldeide, lo ricordiamo, è un veleno per lumache altamente tossico per gli animali. Riscontrato l'avvelenamento, il veterinario ha fatto scattate la denuncia penale, oltre a segnalare l'accaduto al sindaco e alle autorità sanitarie. 

Per fortuna Stich si è salvato e ha ricominciato a fare le fusa sul divano di casa, ma "non sappiamo se tornerà quello di prima", scrive ancora Simone che rivolgendosi all'autore dell'ignobile gesto aggiunge: "Oltre alla sofferenza causata all'animale, ha provocato un trauma emotivo ai bambini, perché il gattino è il loro compagno di giochi. E resta la paura che tutto questo possa accadere ancora".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esche killer: convulsioni e bava alla bocca, gattino rischia di morire

BresciaToday è in caricamento