Legionella alla scuola materna: tracce del batterio killer nei rubinetti dell'asilo

Trovate tracce di legionella nel rubinetto di una vasca lavatoio della scuola materna San Vigilio di Concesio: analisi anche nelle altre scuole del paese

Nessun allarme legionella, quindi rischi che si approssimano allo zero. Ma c'è comunque da stare attenti alla scuola materna San Vigilio di Via Cottinelli a Concesio: le analisi di Ats, commissionate dal Comune, hanno rilevato le presenza del batterio di legionella pneumophila, sierotipo 2-14, in un rubinetto di una vasca lavatoio ovviamente collegata all'impianto idrico. Sarebbe l'unica traccia del batterio che tanto ha terrorizzato la provincia bresciana, nell'autunno di due anni fa.

Una traccia minima, scrive il Giornale di Brescia che riporta le dichiarazioni del sindaco Agostino Damiolini: la concentrazione rilevata sarebbe di circa 400 Unità formanti colonia (Ufc) per litro di acqua, quindi al di sopra della soglia “normale” (che si ferma a 100 Ufc/l) ma comunque nei limiti della soglia di sicurezza, da 101 a 1.000 Ufc/l. In ogni caso sono previsti interventi di tutela e di sanificazione “artigianale”: tra questi, far scorrere l'acqua per quindici o venti minuti ogni due o tre giorni.

Analisi specifiche in tutte le scuole del paese

Il batterio per il momento è stato rilevato solo lì, in quel rubinetto e in quella vasca: ma il Comune ha già commissionato altre analisi specifiche, in cerca di eventuali tracce di legionella, anche per tutte le altre scuole del paese, sia elementari che medie. Già concluse le analisi nelle quattro scuole dell'infanzia (oltre a San Vigilio anche Cà de Bosio, Costorio e Paolo VI) senza che del batterio sia stato trovato nulla.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'intervento del Comune ha seguito la segnalazione di A2A, il gestore del ciclo idrico, che appunto aveva rilevato la presenza del batterio legionella nella centrale termica del teleriscaldamento, impianto che distribuisce acqua calda sanitaria in alcuni edifici pubblici comunali, tra cui appunto le scuole.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Crisanti: "Vi spiego perché il Natale può essere un'opportunità"

  • Nuovo Dpcm, barista bresciana si ribella: “Io non chiudo alle 18, arrestatemi”

  • Incubo coronavirus: 237 casi a Brescia, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Covid: a Brescia oltre 300 nuovi casi e una vittima, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Terribile incidente: precipita elicottero, morto dirigente d'azienda

  • Coronavirus, 177 contagi in 24 ore: i nuovi casi Comune per Comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento