Denuncia irregolarità in Comune, viene sospesa: ora sarà risarcita

Quasi un "Davide contro Golia": la storia di Ylenia Meini, dipendente del Comune di Brescia, sospesa con un provvedimento disciplinare e che ora invece dovrà essere risarcita

Qualcuno l'ha definita alla stregua di un “Davide contro Golia”: la “piccola” dipendente pubblica contro la “grande” struttura comunale. Il Tribunale del Lavoro ha emesso la sua sentenza: Ylenia Meini, dipendente ai Servizi Demografici del Comune di Brescia, ha “subito” provvedimenti disciplinari illegittimi, e dovrà essere risarcita.

La Loggia, come sentenza prevede, dovrà corrisponderle gli stipendi arretrati di circa 6 mesi di sospensione, e pure le spese legali. La storia: Ylenia Meini aveva segnalato presunte irregolarità alla Procura della Repubblica e all'ispettorato della Funzione Pubblica.

In Loggia, documenti alla mano, avrebbe riportato irregolarità nelle pratiche relative all'anagrafe dei familiari di cittadini stranieri. Una “mossa” che le era costata cara: l'uscita di quei documenti le aveva procurato la sanzione disciplinare, sospensione per 6 mesi di cui 4 senza stipendio.

Non solo: la sua dirigente, a questo punto direttamente coinvolta, aveva presentato poi un esposto alla Procura, accusando la Meini di aver “indebitamente” smosso quella documentazione dagli uffici comunali.

E adesso la sentenza: nessuna intenzione di trarre vantaggio o danneggiare i colleghi, ma solo la volontà di vederci chiaro sui presunti illeciti. Indi per cui, dovrà essere risarcita: non meritava né sanzione né sospensione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente: Giulia e Claudia morte in un terribile frontale

  • Strade sommerse da un'incredibile grandinata: servono le ruspe per liberarle

  • Nuovo supermercato dopo il lockdown: sarà aperto tutti i giorni fino alle 22

  • Tragedia in azienda: operaio bresciano si toglie la vita

  • Violenta rissa, ragazzino picchiato e lasciato ferito in mezzo alla strada

  • Drammatico schianto frontale nella notte: morte due ragazze

Torna su
BresciaToday è in caricamento