Stroncata da un infarto, tutta la scuola piange la sua "bidella buona"

Rina Bruni si è spenta nei giorni scorsi, stroncata da un infarto. In paese la conoscevano e la stimavano tutti: per decenni è stata la bidella delle scuole medie

Foto di repertorio

Per decenni ha accolto centinaia di bambini: il suo sorriso accompagnava il suono della campanella, l'ingresso e l'uscita dalle scuole medie. Rina Bruni, storica bidella di Comezzano-Cizzago, si è spenta nei giorni scorsi, stroncata da un infarto: aveva 92 anni. 

Ha lottato per alcuni giorni, poi il suo grande cuore si è fermato per sempre. Classe 1926, era amatissima dagli ex studenti delle scuole medie del paese, come dai docenti e dal personale scolastico. Tutti la ricordano per la sua bontà e il suo spiccato altruismo.

In tanti, tantissimi sono attesi per l'ultimo saluto che sarà celebrato venerdì pomeriggio (alle 14.30) nella chiesa parrocchiale del paese. Vedova da alcuni anni, Rina lascia i figli Francesco e Monica, il fratello Luciano e gli adorati nipoti.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento