Ci provano dal retro, poi sfondano la vetrina: colpo da 1.000 euro al Cafè Noir

Colpo da un migliaio di euro al Cafè Noir di Comezzano-Cizzago: coppia di malviventi in azione alle prime luci dell'alba di domenica. Riescono a fuggire con una gettoniera da 1000 euro

Foto d'archivio

Un primo tentativo, nel cuore della notte, andato a vuoto perché è suonato l'allarme. Un secondo tentativo, ormai quasi all'alba, questa volta andato a segno: furto con scasso al Cafè Noir di Comezzano Cizzago, in Via Rudiana, nelle prime ore del mattino di domenica. I ladri sono entrati poco prima delle 6, forzando la saracinesca e sfondando la vetrata d'ingresso.

Un colpo quasi da professionisti, probabilmente studiato da tempo: i rapinatori hanno colpito, hanno rubato e poi sono fuggiti in poco più di 5 minuti. Hanno rubato una macchinetta cambiasoldi, per poi abbandonarla nei campi: il bottino è stato quantificato in circa un migliaio di euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La dinamica: dopo aver tentato un ingresso dal retro ci hanno riprovato dalla porta principale. Hanno prima forzato la saracinesca, tagliandola letteralmente con una cesoia. La stessa cesoia che probabilmente è stata utilizzata per sfondare la vetrata all'ingresso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schiacciati da mutuo e prestiti, due figli a carico: cancellati debiti per 267mila euro

  • Niente norme anti-Covid, cuoco e pizzaiolo senza protezioni: chiuso ristorante

  • Crolla il balcone di un condominio: appartamenti inagibili, famiglie evacuate

  • Parrucchiere e cliente senza mascherina, salone chiuso dalla polizia

  • Si accascia sul divano e muore davanti al marito e ai figli: aveva solo 46 anni

  • Sputi, insulti, sassi contro auto e ciclisti: ora il paese ha paura della baby gang

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento