menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spende 30mila euro in un anno con la carta della ditta: denunciato

Un impiegato bancario di Cologne beccato dai Carabinieri dopo aver speso 28mila euro in poco più di un anno, circa 2000 euro al mese: soldi prelevati - a insaputa della ditta - con il bancomat di un'azienda di Coccaglio

Se l’è spassata per più di un anno spendendo e spandendo soldi che non erano suoi. Li prelevava dal bancomat, prelevandoli direttamente da un’azienda di Coccaglio che ovviamente era all’oscuro di tutto. Ma dopo 13 mesi esatti in cui tutto sembrava filasse liscio, il novello truffatore è stato ‘beccato’ e denunciato dai Carabinieri.

Dietro le quinte dell’ingegnosa truffa un esperto del settore: un impiegato bancario responsabile della gestione dei clienti aziendali di una filiale di Cologne, e che si occupava quindi di imprese e ditte. Avendo libero accesso ai dati dell’impresa poi vittima del raggiro, aveva fatto ‘emettere’ un bancomat per l’azienda, con tanto di codice pin e uscite registrate. Bancomat che poi ha utilizzato lui stesso, prelevando in tutto la bellezza di 28mila euro.

Dal febbraio del 2014 e fino a pochi giorni fa: questo il lasso temporale dei prelievi ‘nascosti’. In realtà nemmeno troppo: i suoi prelievi erano tutti tracciati, tutti consultabili quasi in tempo reale. Ma con abili mosse il novello truffatore prelevava poco più di 2000 euro al mese, in modo da non incidere – se non in misura infinitesimale – sul bilancio e sul fatturato mensile dell’azienda.

Non la passerà liscia, anzi: dovrà rispondere alle accuse di furto aggravato e uso indebito di carte elettroniche. Anche il suo lavoro in banca sembra ormai giunto al capolinea. E pure i soldi, tutti registrati, dovranno essere in qualche modo restituiti.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento