rotate-mobile
Cronaca Cologne

Scavano per fare un capannone, trovano rifiuti interrati: cantiere fermo

Durante gli scavi, sono stati trovati rifiuti di varia natura

Dal sottosuolo il grosso escavatore portava in superficie non solo terra ma anche denso materiale scuro, e scarti di lavorazione di provenienenza al momento sconosciuta. Un cantiere edile situato lungo la Strada provinciale 573 a Cologne, lungo la via che collega il paese con Palazzolo e Coccaglio, i tecnici dell'Arpa sono intervenuti per effettuare le analisi su quanto trovato sottoterra. 

Il sito è stato acquistato da un'azienda che vuole ampliare la sua area produttiva. Durante i lavori di scavo nel cantiere, l'amara scoperta. Scarti edili provenienti da demolizioni, scorie, metalli di varia natura e materiale bituminoso: dal terreno è emersa una grande quantità di rifiuti potenzialmente pericolosi. 

Il Comune di Cologne, tramite un’ordinanza dell’ufficio Tecnico, ha disposto il fermo dei lavori, per capire come agire dopo il sopralluogo dei tecnici di Arpa. L'area è stata messa in sicurezza per evitare la dispersione degli inquinanti a causa di pioggia o vento. L'episodio si aggiunge, negli ultimi giorni, ad altre notizie legate a danni ambientali, dalla Bassa (dove si è verificato l'ennesimo sversamento) alla Valtrompia (con il sequestro di un'azienda e le multe ad altre due). 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scavano per fare un capannone, trovano rifiuti interrati: cantiere fermo

BresciaToday è in caricamento