Caos in Franciacorta: “Le santelle della Madonna sono abusive”

Le cinque cappelle votive installate dagli Alpini di Cologne sul Monte Orfano dovranno essere abbattute: per la Soprintendenza sono abusive, manca la compatibilità paesaggistica

Una veduta del Monte Orfano

Chiamatele santelle, o cappelle. Ma pure chiesette, luoghi di fede, simboli molto più che religiosi, luoghi di memorie e ricordi. Sono le cinque cappelle votive che gli Alpini della Franciacorta – attivi sul Monte dal 1954, quando venne eretto il primo rifugio – hanno installato sui sentieri che portano alla cima del Monte Orfano. La piccola grande montagna – è alta meno di 500 metri – che sovrasta il Comune di Cologne e i suoi dintorni.

Proprio da Cologne l’amara notizia: anzi, per gli Alpini è amarissima. Le cinque santelle che riproducono i misteri della Luce (in miniatura) sarebbero abusive. Autorizzate solo in parte, e non riconosciuta dalla Soprintendenza in quella che è una zona ad alto vincolo paesaggistico.

Sarebbero state autorizzate dalla Commissione Paesaggio, poi realizzate su di una base in cemento a cui però mancherebbe il nulla osta comunale. Anche la Soprintendenza avrebbe poi confermato l’incompatibilità paesaggistica.

La segnalazione del presunto abuso è partita da un consigliere di minoranza. Arrivata poi in Comune, con procedura già avviata dall’Ufficio Tecnico: le santelle sono abusive e vanno abbattute. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutta la Lombardia zona rossa fino al 27 novembre: poi cosa succede

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

Torna su
BresciaToday è in caricamento