Patente ritirata per l'alcol: al posto della multa lavori gratis

La proposta di convenzione tra il Tribunale di Brescia e il Comune di Cologne: in caso di ritiro della patente per guida in stato d'ebbrezza le sanzioni potranno essere convertite in lavori (gratuiti) per la comunità

La patente te la ritirano lo stesso. Invece di multe salatissime e di qualche mese di condizionale in meno, ecco però una serie di lavori socialmente utili. Anzi, meglio: lavori di pubblica utilità a favore della comunità, ovviamente non retribuiti: e un monte ore che sia proporzionale al tasso alcolemico registrato, o ai mesi di ritiro della patente.

Un’ipotesi sempre più concreta e che potrebbe prendere forma – in tempi brevi – anche in Franciacorta, con il Comune di Cologne a fare da capofila. Sarebbe il risultato di una convenzione con il Tribunale di Brescia – chi poi in effetti ‘sceglie’ la pena – e che permetterebbe di sostituire la multa (salatissima) con un tot di ore da svolgere per conto del municipio.

Come detto, lavori di pubblica utilità a discrezione dell’amministrazione comunale. Ore di lavoro gratuito che per molti potrebbero essere una manna, invece che i soliti corsi e ricorsi per ridurre la multa, o chi proprio non ce la fa a pagarla e deve scontare la pena detentiva, con la condizionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Cologne sembra tutto pronto, come già raccontato da BresciaOggi. La pena detentiva e pecuniaria può essere ora sostituita – se non c’è opposizione da parte dell’imputato – con quella del lavoro di pubblica utilità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane papà stroncato dal Coronavirus: Alessandro aveva solo 48 anni

  • Economia bresciana in lutto: nello stesso giorno muoiono due imprenditori

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune

  • Coronavirus, nel Bresciano 274 contagi e 69 decessi nelle ultime 24 ore

  • "Hai combattuto da eroe": addio a Marco, morto a soli 43 anni

  • Coronavirus, in Lombardia si muore in casa: motivi (e responsabilità) di un fallimento

Torna su
BresciaToday è in caricamento