Mette in fuga i ladri sparando col fucile: arma sequestrata e multa in arrivo

Porto d'armi ritirato e sequestro di tutti i fucili: questo il destino dell'imprenditore bresciano di 49 anni che ha sparato quattro colpi in aria per far fuggire i ladri dal capannone della sua azienda di Collio di Vobarno

Foto di repertorio

Meglio non sparare (in aria) in un centro abitato, anche se per far scappare i ladri: così dice la legge. E la legge infatti potrebbe costare cara ad un imprenditore di 49 anni di casa ai Tormini ma titolare di una ditta a Collio, frazione di Vobarno. Lunedì sera infatti ha sparato quattro colpi di fucile in aria dopo aver avvistato un gruppo di malviventi che trafficava intorno ai capannoni dell'azienda.

Ad avvisarlo che qualcosa non andava i residenti che abitano in zona: e il 49enne ha immediatamente chiamato il 112. Una volta raggiunto il posto si è accorto dei ladri: nella parte esterna del capannone si stavano arraffando cinque taniche piene di gasolio. L'imprenditore ha allora imbracciato il fucile e ha sparato quattro colpi consecutivi, in aria.

I Carabinieri sono arrivati quando i ladri ormai erano andati via. Una volta ricostruita la vicenda hanno ammonito l'imprenditore bresciano: è fatto divieto di sparare colpi d'arma da fuoco in un centro abitato. E così è scattato il ritiro immediato del porto d'armi, oltre al sequestro di tutti i fucili di proprietà.

A dire il vero non pochi: in tutto una ventina, tutti regolarmente denunciati. Si tratta di un sequestro cautelativo, probabilmente l'imprenditore potrà riaverli entro la fine dell'anno. Ma sarà comunque multato: la sanzione è ancora tutta da quantificare. Una curiosità: sul cancello all'ingresso del capannone è appeso un cartello che recita “Attenzione: la scavalcata può causare una sparata”. E così è stato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

Torna su
BresciaToday è in caricamento