Frana travolge e ribalta un’auto: il conducente riesce a liberarsi

L’utilitaria di un 67enne è stata travolta da una frana di fango. Con grande prontezza di riflessi l’uomo ha evitato il peggio ed è riuscito a mettersi in salvo.

fonte: web

È riuscito ad abbandonare l’abitacolo nonostante l’automobile fosse a testa in giù, in balìa della frana di fango che l’aveva appena investito. Protagonista della sfortunata avventura un 67enne valtriumplino che nella notte tra giovedì e venerdì stava viaggiando  sulla strada provinciale 345 di San Colombano, frazione di Collio. 

Nel pieno della notte, su una strada non illuminata e avvolta dalla foschia, l’auto del 67enne è stata investita da una piccola frana di terreno reso fradicio dalla pioggia degli ultimi giorni. L’uomo ha tentato di tenere saldo il mezzo, ma la forza dell’impatto lo ha letteralmente ribaltato, mandando l’auto con le ruote all’aria. 

Riuscitosi a liberare autonomamente, il 67enne ha lanciato l’allarme con il cellulare ed ha aspettato i soccorsi. Dopo una ventina di minuti i carabinieri di Collio, i vigili del fuoco ed un’ambulanza hanno raggiunto lo sfortunato automobilista. Soccorso sul posto, ma in buone condizioni, l’uomo ha potuto fare ritorno a casa, ma non con la sua utilitaria. Dopo solo un paio d’ore la strada era già stata liberata dal fango. 

Potrebbe interessarti

  • Come coltivare i pomodori nell’orto

  • Le 5 migliori piante antizanzare

  • Viaggio al centro della Terra nelle miniere della Valtrompia

  • Bagno al lago dopo i pasti: ma c’è davvero da aspettare 3 ore?

I più letti della settimana

  • Travolta da un'auto in pieno centro: Jennifer si è spenta in ospedale

  • Frontale in galleria: morta la moglie di un noto industriale

  • Commerciante e padre di famiglia, muore il giorno del suo compleanno

  • Scomparso nel lago da tre giorni, ritrovato sano e salvo

  • Fa il bagno nel lago e non torna più a riva: ricerche in corso

  • Morte di Jennifer, la donna che l’ha investita accusata di omicidio stradale

Torna su
BresciaToday è in caricamento