Il nascituro va di fretta: parto in auto

Né l’ambulanza né l’elisoccorso hanno fatto in tempo ad arrivare: un neonato è venuto alla luce all’interno dell’automobile dei genitori.

fonte: web

Un parto-lampo senza bisogno di ospedale, ostetrica e medici. È avvenuto nel pomeriggio di ieri, mercoledì 7 dicembre, in Valle Trompia. La macchina dei soccorsi che si è attivata, con tanto di elicottero, non ha fatto in tempo ad arrivare prima del parto.

La chiamata di un giovane padre di origine marocchina, con già due pargoletti in casa, è partita alle 16:26 da San Colombano, frazione del comune di Collio, diretta ai volontari di Valtrompia Soccorso di stanza a Brozzo. Vista la descrizione dello stato delle cose fornita dal padre, che già vedeva la testa del nascituro, si è alzata in volo anche l’eliambulanza. Dato che lo spazio necessario per l’atterraggio del velivolo era a Collio, l’uomo è stato invitato a dirigersi sul posto per velocizzare i tempi. 

Il precipitare degli eventi però ha reso inutile l’elicottero: il marocchino ha dovuto fermare la sua corsa a metà strada, appena in tempo per prendere tra le braccia il neonato che stava nascendo sul sedile passeggeri. I sanitari partiti da Brozzo appena raggiunta l’auto hanno preso in carico il piccolo maschietto, ancora attaccato alla madre tramite il cordone ombelicale. Lui e la madre stanno bene. 

Potrebbe interessarti

  • Come coltivare i pomodori nell’orto

  • Le 5 migliori piante antizanzare

  • Viaggio al centro della Terra nelle miniere della Valtrompia

  • Bagno al lago dopo i pasti: ma c’è davvero da aspettare 3 ore?

I più letti della settimana

  • Travolta da un'auto in pieno centro: Jennifer si è spenta in ospedale

  • Frontale in galleria: morta la moglie di un noto industriale

  • Commerciante e padre di famiglia, muore il giorno del suo compleanno

  • Scomparso nel lago da tre giorni, ritrovato sano e salvo

  • Fa il bagno nel lago e non torna più a riva: ricerche in corso

  • Morte di Jennifer, la donna che l’ha investita accusata di omicidio stradale

Torna su
BresciaToday è in caricamento