Orrore nel Bresciano: strage di pettirossi, sterminati 100 esemplari

Due bracconieri sarebbero stati pizzicati dagli agenti del Copro Forestale e fermati dopo un lungo inseguimento in un casolare di Collio. Nella loro auto sono stati trovati 30 pettirossi, in casa più di 60

Davano la caccia ai pettirossi, specie protetta dalle norme nazionali e comunitarie, nei boschi dell'alta Val Trompia: quasi un centinaio gli esemplari uccisi a fucilate e trovati nel 'blitz' effettuato dagli agenti del corpo forestale. 

A seguito di numerose segnalazioni fatte da alcuni volontari del Cabs, lo speciale Nucleo di volontari esperti in anti bracconaggio con sede a Bonn in Germania, la Forestale ha stanato i due bracconieri. L'intervento è di pochi giorni fa, per i due uomini è scattata una denuncia. 

Stando a quanto rende noto il Cabs, i due cacciatori sarebbero stati bloccati al termine di un lungo inseguimento prima a piedi e poi in auto. La fuga si sarebbe conclusa in un casolare, che è stato perquisito insieme all'auto. Nella macchina sono stati trovati trenta pettirossi, mentre nel congelatore vi erano altri 60 esemplari ed altri uccelli canori. Rinvenute anche munizioni e richiami acustici.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Serpente di un metro e mezzo in classe: panico tra i bimbi della scuola elementare

  • Parcheggia l'auto, poi cammina in mezzo all'autostrada: ucciso da un tir

  • Fabio Volo nella bufera per i commenti su Ariana Grande: la sua replica

  • Ucciso dal cancro: fino all'ultimo Luca ha voluto gli amati cani al suo fianco

  • Attraversa l'autostrada, ucciso da un tir: famiglia devastata, era padre di due bimbi

  • Aperitivi e cocaina: arrestato barista, chiuso il locale

Torna su
BresciaToday è in caricamento