CODISA, un esposto per la cava Taglietti: «Rischio di pratiche illecite»

Escavazione e riempimento nella Cava Taglietti di Via delle Bettole a Buffalora, il Codisa presenta un esposto al Comune di Brescia vista la possibilità che siano state effettuate "eventuali pratiche illecite"

Tante cave a Buffalora, forse troppe da tenere d’occhio, forse troppe quelle in cui qualcosa succede quando non dovrebbe essere così. Il Comitato Difesa Salute e Ambiente Codisa ha presentato un nuovo esposto al Comune di Brescia, direttamente inviato anche al responsabile del Parco delle Colline e delle Cave, Benedetto Rebecchi, e al comandante del Corpo Forestale dello Stato, riguardo ad “eventuali pratiche illecite” di escavazione e coltivazione di sabbia e ghiaia nella Cava Taglietti, nell’area impianti sita a Sud Est.

Dal 20 in giugno in poi, per due giornate consecutive, una macchina operatrice che asportava della ghiaia, depositandola nel cassone di un autocarro parcheggiato di fianco. Nei giorni successivi nuovi sopralluoghi in zona, e la parte est dello scavo che prima viene riempita con del “materiale non identificato”, mentre nella parte restante “erano riconoscibili dei blocchi di calcestruzzo”. Il 27 giugno, sorpresa, e la situazione muta radicalmente, l’area di escavazione viene completamente riempita, occultata così bene “che risultava persino difficoltoso identificare il luogo dello scavo”.


Da qui la preoccupazione degli ambientalisti: “Considerato che il titolare della cava è stato sanzionato dal Comune di Brescia per attività di coltivazione di sabbia e ghiaia svolta senza le dovute autorizzazioni, e che all’interno dello scavo erano riconoscibili rifiuti provenienti dalle costruzioni e demolizioni edili, senza che sia conosciuta la natura dei materiali utilizzati per il riempimento, si richiede cortesemente la verifica di quanto sopra descritto”. Già avvisato anche il settore competente della Provincia di Brescia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Nipote 43enne muore dieci giorni dopo la zia: lavoravano nello stesso negozio

  • La tragica fine di Francesca: picchiata e strangolata al parco pubblico

  • "L'ha massacrata a mani nude, poi è andato al bar": il killer è appena diventato papà

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento