Cronaca

Beccato a spacciare, sputa addosso a un poliziotto: ragazzo nei guai

Il pusher è già stato identificato, nonostante sia riuscito a fuggire lungo i binari della ferrovia. Rischia l'arresto

Gli agenti della polizia locale del corpo intercomunale del Montorfano lo hanno pizzicato mentre, insieme a un conoscente, spacciava nei presi del parco comunale di Coccaglio. E la reazione del pusher alla vista dei poliziotti è stata alquanto violenta: durante il controllo ha riempito di insulti e minacce un agente. Un'aggressione non solo verbale: avrebbe sputato sul volto del poliziotto per ritagliarsi una via di fuga lungo i binari della vicina ferrovia. 

Ha fatto perdere le sue tracce, ma è solo questione di tempo. Grazie alla collaborazione con le forze di polizia dei paesi limitrofi, il pusher è infatti stato identificato in poche ore: si tratta di un 31enne tunisino, peraltro già destinatario di un decreto di espulsione dall'Italia. Al momento irreperibile, è stato denunciato per: violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e per non aver fornito i documenti di soggiorno durante il controllo.

E non è finita qui: verrà deferito anche per avere violato la normativa sull’immigrazione, dato che è rientrato in Italia sottraendosi ai controlli di frontiera. E la sua posizione come quella del conoscente e connazionale, pure lui clandestino, con cui stava spacciando al parco potrebbe ulteriormente aggravarsi nelle prossime ore: una volta rintracciato, il 31enne potrebbe essere arrestato.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beccato a spacciare, sputa addosso a un poliziotto: ragazzo nei guai

BresciaToday è in caricamento