Cronaca Via Clusane

Nel lago con la sua auto, muore dopo 5 giorni di agonia

Una luce di speranza dopo la tragedia: donati cuore, cornee, fegato e reni. Non ce l'ha fatta la donna di 38 anni, residente nella Bergamasca, che venerdì scorso si era gettata nelle acque del Sebino con la sua auto

Foto d'archivio

Si era gettata nelle ancora gelide acque del Sebino a tutta velocità, a bordo della sua automobile. Voleva farla finita: aveva annunciato le sue ultime volontà su Facebook, e soltanto qualche ora prima. Purtroppo la tragedia si è compiuta, a meno di una settimana dal tragico incidente: la donna, una 38enne di origini milanesi, si è spenta in ospedale.

Era stata ricoverata in ospedale, al Civile, a seguito del suo “tuffo” volontario nella tarda serata di venerdì scorso: è morta martedì, cinque giorni dopo. Una luce di speranza nella tragedia: le sono stati espiantati gli organi, saranno linfa vitale per altri sfortunati. Ha donato cuore, cornee, fegato e reni.

Originaria del milanese, da tempo abitava a Pontirolo Nuovo, provincia di Bergamo. Venerdì sera era stata avvistata mentre scendeva a gran velocità verso il porticciolo di Clusane: non si è fermata, si è buttata in acqua con la sua auto.

Recuperata a quasi 20 metri di profondità, ancora viva ma in condizioni disperate. La corsa in ospedale, in terapia intensiva nel reparto di Seconda Rianimazione. Poi il tragico epilogo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel lago con la sua auto, muore dopo 5 giorni di agonia

BresciaToday è in caricamento