Cronaca

Omicidio Marilia: carcere a vita per Claudio Grigoletto

Il pilota 32enne che la scorsa estate uccise Marilia Rodrigues è stato condannato all'ergastolo per omicidio premeditato. Il corpo della ragazza venne trovato a Gambara, nell'ufficio di Claudio Grigoletto

Marilia Rodrigues

Sarebbero state due e-mail, inviate da un falso account a firma di Marilia Rodrigues Silva Martins e invece ‘marchiate’ Claudio Grigoletto, a convincere in via definitiva i giudici della Corte d’Assise e della Camera di Consiglio. Una mail inviata il 25 agosto, qualche giorno prima dell’omicidio: da qui la condanna all’ergastolo, per omicidio premeditato.

L’attesa sentenza è arrivata dopo mesi di dibattimento. E non poteva essere altrimenti per il pilota di Adro che il 29 agosto scorso uccise la sua amante, Marilia Rodrigues appunto, la donna che in grembo aspettava un figlio, e che per Grigoletto era diventata troppo pericolosa.

Già sposato, e con due figli, con l’omicidio avrebbe voluto chiuderla lì, tornare a casa dalla sua famiglia, dimenticare tutto. Ha cercato di inscenare un suicidio, per depistare la indagini: l’acido muriatico acquistato in un negozio vicino, il tubo del metano manomesso come se l’aria viziata avesse fatto il resto.

In realtà, la 29enne brasiliana venne strangolata, e con forza. Nei primi interrogatori aveva poi ammesso la sua colpa, cercando di giustificarsi: un litigio degenerato, un omicidio arrivato quasi per caso. Ma per i magistrati la verità è un’altra, l’omicidio era premeditato. Ecco la sentenza, ecco l’ergastolo.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Marilia: carcere a vita per Claudio Grigoletto

BresciaToday è in caricamento