Traffico di clandestini da Brescia alla Germania: dieci arresti

Un'organizzazione criminosa che sfruttava i migranti disperati, in arrivo da Pakistan o Afghanistan: dieci persone in manette tra Campania e Lombardia, trovato un centro anche a Brescia

Arresti tra Brescia e Trieste

La città di Brescia come tappa obbligata di quel viaggio verso il sogno europeo, verso l’Austria o la Germania, e che negli ultimi due anni avrebbe coinvolto centinaia e centinaia di clandestini. Arrivavano in Italia, dal Pakistan, dall’Afghanistan o dalla Turchia, si affidavano a questi ‘trafficanti di speranza’, per cifre superiori anche ai 10mila euro.

Un tariffario variegato, dai 5mila euro e fino al doppio. Per raggiungere ‘lidi’ più favorevoli, per trovare lavoro, per rifarsi una vita. Dieci arresti in Italia, tra la Campania, la Lombardia e il Friuli Venezia Giulia: l’indagine è partita da Trieste.

A Brescia il ‘centro di smistamento’ era al quartiere Carmine. Un appartamento, gestito da pakistani, in cui uomini e donne clandestini si fermavano prima di ripartire. Venivano ‘caricati’ su camion e furgoni, fino a raggiungere la Germania, o la Scandinavia. Il capo dell’organizzazione bresciana è stato arrestato a Lumezzane, nel weekend.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutta la Lombardia zona rossa fino al 27 novembre: poi cosa succede

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Covid: 10 morti e 256 positivi, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Oggi conferenza Stato-Regioni: si spera per Brescia zona arancione

Torna su
BresciaToday è in caricamento